Stampa

Scuola Paritaria - Presentazione



Scuola Paritaria dell'Infanzia “SS.Annunziata”



Storia e opera della scuola

        La Scuola dell'Infanzia “SS.Annunziata” si inserisce nel carisma dell'Istituto delle “Suore Clarisse della SS.Annunziata” sorto, per opera dell'imperiese Suor Maria Leonarda Ranixe (1796-1875), iniziatrice nel 1824, delle prime scuole popolari femminili nella sua città natale Porto Maurizio (Im). Missione specifica dell'Istituto, secondo l'esortazione della Madre alle sue figlie spirituali: “Datevi totalmente per il bene della gioventù, educarla, istruirla, sia la vostra missione” è sempre stata quella dell'educazione e istruzione della gioventù.

        Fu nel lontano 1922 che le autorità civiche di Diano Marina invitarono le “Suore Clarisse della SS.Annunziata” ad avviare una scuola per bambini di età inferiore a sei anni. Nasceva così il primo “Giardino d'infanzia” che nel tempo prese il nome di “Asilo”, di “Scuola Materna” ed ora “Scuola dell'Infanzia”, divenendo, dal giugno 2000 “Scuola Paritaria”.

        La Scuola dell'Infanzia SS.Annunziata, come scuola cattolica, nel suo progetto educativo fa esplicito riferimento ai valori cristiani, sottolineando la dimensione religiosa intesa come ricerca del senso della vita del bambino nell'apertura a Dio, che si esplicita nella capacità di meraviglia, di gioia, di accoglienza dell'altro e nella libertà di esprimere i propri sentimenti. Ha come suo primario impegno quella di essere aperta all'ambiente circostante, alle famiglie, alla società, in uno scambio reciproco e costante di valori, convinta che sia necessario mettere al centro la persona dell'alunno, recuperando il primato della Verità e dei valori perenni della persona umana.

Stampa

P.O.F.

Scuola Paritaria dell'Infanzia

SS.Annunziata”Diano Marina (Im)

P O F

Piano dell'offerta formativa

2015-2016

pof1

I bambini sono il nostro futuro e la ragione più profonda per conservare e migliorare la vita

comune sul nostro pianeta. Sono espressione di un mondo complesso e inesauribile,

di energie, potenzialità, sorprese e anche di fragilità – che vanno conosciute, osservate

e accompagnate con cura, studio e responsabilità e attesa.

Sono portatori di speciali e inalienabili diritti, codificati internazionalmente, che la scuola per prima

è chiamata a rispettare”(Indicazioni Nazionali per la Scuola dell'Infanzia)”


Il Piano dell’Offerta Formativa

Il Piano dell’Offerta Formativa (P.O.F.) è il documento fondamentale della nostra

scuola, perché ne chiarisce l’identità culturale e progettuale e rende esplicito agli utenti

della scuola ed al pubblico la progettazione educativa, curricolare, extracurricolare e

organizzativa che la scuola adotta nell’ambito della sua autonomia. (art.3 regolamento

autonomia scolastica). E’ uno strumento di lavoro e di consultazione per tutte le componenti della scuola ( famiglie, docenti, dirigente scolastico, personale non docente)

pof2
SCELTE CULTURALI, FORMATIVE,

METODOLOGICHE E ORGANIZZATIVE DELL’ISTITUTO 

La Scuola dell’Infanzia concorre all’educazione armonica e integrale delle bambine e

dei bambini nel rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle capacità e delle

differenze di ciascuno… (dalle Indicazioni Nazionali per i Piani Personalizzati delle attività Educative nelle Scuole dell’Infanzia”   ( All. a al D.L. 19 febbraio 2004. n. 59)

In questa fase della loro crescita i bambini si stanno avviando alla presa di coscienza di

se stessi, degli altri e del mondo che li circonda, la Scuola, pertanto, opera in modo da far

raggiungere a ciascuno i seguenti Obiettivi di Apprendimento del processo formativo:

- Conquista dell’autonomia nelle azioni e nelle scelte

- Sviluppo dello spirito di iniziativa (desiderio di fare le cose e di conoscere)

- Maturazione di rapporti positivi con i compagni e gli adulti

- Interiorizzazione delle norme morali e di convivenza

- Acquisizione di atteggiamenti di stima di sé e di fiducia nelle proprie

   capacità

- Capacità di espressione e comunicazione

- Sviluppo logico-intellettuale

- Sviluppo della creatività e dell’immaginazione.

- L’educazione ad una maggiore sensibilità verso i problemi di ordine sociale e morale, quali:

Contribuire alla formazione della personalità dell’alunno promuovendo atteggiamenti di rispetto e di amore verso gli altri

La coscienza ecologica

Il rispetto della diversità

La promozione di atteggiamenti positivi verso altre realtà sociali

L’avviamento, attraverso lo strumento linguistico, alla conoscenza dei valori culturali e morali di altri popoli

In particolare riferimento a quest’ultimo punto, per l’anno scolastico 2015-20116, il Collegio Docenti si propone di realizzare il progetto interculturale dal titolo :
“ Rami diversi sullo stesso albero; bambini diversi sullo stesso mondo” , con iniziative diversificate nelle varie sezioni , con i seguenti obiettivi:

-Intuire l'appartenenza ad un determinato paese del mondo

-Comprendere di essere citadini del mondo

-Intuire e rispettare l'identità di popoli diversi

-Conoscere e apprezzare i valori della solidarietà e della pace

SCUOLA DELL’INFANZIA

La Scuola accoglie bambini dai tre ai sei anni di età. Il tempo scuola si articola su 5 giorni settimanali dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.00.

Tabella orari.

ENTRATA

8,30 – 9.30

Per tutti i bambini

USCITA

15.45 – 16.00

Per tutti i bambini

Nella scuola operano tre sezioni formate con allievi di età omogenea, ad ogni sezione è assegnata un’ insegnante unica.

Nelle sezioni delle Formichine (3 anni), delle Coccinelle (4 anni) e Grilli Parlanti (5 anni) è prevista settimanalmente:

1 ora di Educazione religiosa

1 ora di Laboratorio Linguistico/ Espressivo-Manipolativo

1 ora di Educazione motoria

1 ora di Propedeutica musicale

Giornata tipo
pof3

8,30-09.30: ingresso (accoglienza bambini) disegno libero, gioco con materiale   strutturato, appello e aggiornamento del calendario

09.30: canto- preghiera in salone tutte le sezioni insieme in compresenza

10,00- 11.45: attività didattiche in sezione

11.45-12.00: preparazione per il pranzo

12.00-12.50: pranzo in mensa

13.00-14.00: giochi in salone o in giardino (racconti, canzoni, giochi)

I bambini di 3 anni alle 13.30 vengono accompagnati in dormitorio.

14.00-15.45: attività didattiche in sezione, giochi strutturati, riordino.

I bambini di 3 anni rientrano in sezione alle 15.30

-la scuola è dotata di cucina autonoma e viene pertanto somministrata la refezione calda.

-Il servizio refezione predisposto conformemente alla tabella dietetica approvata dalla ASL.

-L’edificio è a norma ed è provvisto dei certificati di conformità secondo il D.L. 624/96 sulla

sicurezza

Organizzazione scolastica

Presidente: Rappresentante Legale Madre Maria Letizia Carraro

Direttrice-Coordinatrice didattica: Suor Maria Rita Varotto, responsabile del buon funzionamento del servizio e dell'andamento generale della scuola. In collaborazione con la Presidente promuove le riunioni del Collegio Docenti per le programmazioni e le verifiche dell'attività educativa svolta nella scuola in conformità alle norme pedagogiche e giuridiche in vigore e secondo i Nuovi Ordinamenti per la Scuola dell'Infanzia in Italia.

Docenti: Ammirati Giorgia per la sezione “A” Formichine;

                 Rovellini Tiziana per la sezione “B” Coccinelle;

                 Trotti Alba Maria per la sezione “C” Grilli parlanti

                 Suor Maria Rita Varotto per l'insegnamento della religione cattolica

                 Acquarone Daniela per l'educazione motoria

I docenti si impegnano in base alla normativa vigente a tutelare la privacy proteggendo

adeguatamente i dati sensibili relativi agli allievi. Alle famiglie viene distribuito ogni anno un modulo di autorizzazione per segnalare l’assenso alla divulgazione delle immagini degli

allievi a scopo didattico e di documentazione delle esperienze.

La Scuola dell’Infanzia SS. Annunziata è aperta a collaborare con le famiglie valutando gli eventuali problemi, diversi da famiglia a famiglia secondo le necessità, nel limite delle possibilità e disponibilità.

La famiglia difficilmente viene lasciata sola nel momento del bisogno, pertanto non si tralascia mai di aiutare quelle famiglie che si trovano in difficoltà economiche.

                                                          

                                                                                                       La Direzione

                                                                           Scuola dell’Infanzia “ SS.ANNUNZIATA” 

Questo sito, come la maggior parte dei siti web, utilizza cookie. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.